Tag: burger battle

18 Apr 2018

Giovedi 12 Aprile, presso la nostra Academy abbiamo ospitato la giornata di formazione riservata a Carlo Giambertone, vincitore della prima Burger Battle italiana organizzata da Unilever Food Solutions Italia, Lantmanenn e Baldi Food.

Una giornata di tecniche, consigli e segreti offerti al giovane chef di Paradise Playcenter di Monsano (An) da tre chef Executive: Fabrizio Rivaroli, Mauro Spadoni e Giuseppe Buscicchio.

 

Ricordiamo che Carlo Giambertone ha sconfitto in finale Ivan Marchese, chef di PizBurg Pizzeria Hamburgeria di Novate Milanese (Milano) aggiudicandosi il favore della giuria con un burger assolutamente originale: burger di Chianina Baldi, Burger Bun integrale cotto su pietra, miele, mele, ricotta salata, insalatina, Hellmann’s Real Mayonnaise, Hellmann’s Tomato Ketchupe e Hellmann’s Original Mustard. Per leggere il riassunto dell'evento, clicca qui.

All’ombra della targa riservata al vincitore, i tre chef si sono prodigati per realizzare diverse  creazioni, tra cui il Mystic Burger, il Panino cafone (di chiara ispirazione romana con carciofi fritti in due tempi) e “La burrata che sogna di diventare un hamburger”. Particolare è la ricetta proposta dallo Chef Spadoni di Lantmannen: una rivisitazione della vecchia ricetta della Entrecote alla Mirabeau (con acciughe e olive) trasformata in Hamburger Mirabeau: burger di agnello, crema al formaggio, pancetta, alici, pomodoro, insalatina, cipolla e guarnizione di radicchio.

Ognuno degli chef ha riservato spiegazioni e consigli su salse,  pane e carne, illustrandone i sapori e i giusti abbinamenti tra loro.

Una giornata che rimarrà nella storia della Baldi Academy per il suo valore professionale e per la sua unicità. Non possiamo che concludere facendo ancora i complimenti allo chef Carlo Giambertone per questa meritata giornata di formazione e un grandissimo ringraziamento agli chef che hanno messo in campo la loro esperienza e la voglia di condividerla con noi!

Alla prossima edizione della Burger Battle!  

2 Mar 2018

Lunedì 19 febbraio si è svolta una delle sfide più attese degli ultimi tempi: la prima Burger Battle italiana. Il palco scelto è stato quello di Beer Attraction, la fiera più grande del Centro Italia, riservata al mondo della birra e del Food. Una grande partecipazione di pubblico e di addetti ai lavori ha reso ancora più avvincente il confronto di sei top chef provenienti da tutta Italia.

Il concept è nato dalla sinergia e dagli sforzi comuni di tre grandi realtà: noi di Baldi Food, Unilever Food Solutions e Lantmännen Unibake. Sforzi ampiamente ripagati dal calore e dall'entusiasmo che si è respirato durante tutta la giornata della Battle.

 

A decidere il vincitore della sfida una giuria popolare, formata da visitatori di Beer Attraction e una giuria professionale,composta da: Seby Sorbello, Chef e Presidente FIC Promotion, Gaetano Ragunì, General Manager della Nazionale Italiana Cuochi, Paola Bogataj, consulente della ristorazione collettiva, Viviana Simeoni, Responsabile Sviluppo prodotti Roadhouse, Luca Santini, Presidente Unione regionale Cuochi Marche della Federazione Italiana Cuochi, Roberto Carcangiu, Presidente Nazionale Associazione Professionale Cuochi Italiani, Riccardo La Corte, fondatore di America Graffiti. In giuria anche Rodolfo Guarnieri, giornalista esperto di Food&Beverage per Bargiornale.

Una giornata intensa, iniziata con un primo round che ha visto sfidarsi:

Carlo Giambertone di Paradise Playcenter di Monsano (AN),
Alessandra Matteucci di Belle Epoque, Ministry of Quality (Porto San Giorgio, provincia di Fermo),
Daniele Morelli di Opificio Vescovio (Roma).

Gli chef hanno cucinato con la massima libertà di scelta sia per l’hamburger che per i condimenti. La giuria ha selezionato il primo finalista in base a diversi aspetti e hanno decretato come vincitore di questo round, nonché finalista: Carlo Giambertone di Paradise Playcenter. Il Burger che ha conquistato la giuria è stato il “Cinque Sensi”, hamburger di carne Chianina Baldi, Burger Gourmet Pepe Nero, scamorza affumicata, radicchio trevigiano, cipolla caramellata e Hellmann’s Real Mayonnaise,

Il secondo round della Burger Battle ha visto come protagonisti:

Ivan Marchese - PizBurg Pizzeria Hamburgeria, Novate Milanese (Milano)
Paolo Ettore - Paraponzi Steak House - Birreria, Stignano (Reggio Calabria)
Rosalba Taglialatela - Hamburger Paisàni, Aversa (Caserta)

La giuria tecnica e quella popolare si è espressa a favore di Ivan Marchese e del suo burger, che è riuscito a conquistare la maggioranza dei voti.

La finale, ha presentato un grado di difficoltà in più per i due chef. Poco prima dell’inizio della sfida hanno dovuto scegliere due ingredienti da inserire in ricetta, selezionati da una mistery box precedentemente preparata. Dopo i 40 minuti standard per la realizzazione del burger, la giuria ha decretato vincitore  Carlo Giambertone di Paradise Playcenter di Monsano (AN) con un burger di carne Chianina Baldi, il Burger Bun integrale cotto su pietra, miele, mele, ricotta salata, insalatina, Hellmann’s Real Mayonnaise, Hellmann’s Tomato Ketchupe e Hellmann’s Original Mustard.

Durante la Burger Battle è intervenuta anche un’ospite a sorpresa, direttamente da Masterchef Italia, sesta edizione, la chef Giulia Brandi. Con la sua simpatia e originalità ci ha spiegato cosa rappresenta per lei la cucina, i suoi gusti preferiti e qualche segreto per creare hamburger da sogno.

Alla fine della gara si è spostata a bordo del Truck Food “Rocket-Truck”, che ha cucinato incessantemente i nostri prodotti per i tantissimi curiosi che hanno affollato lo stand comune.

            

BALDI srl via della Barchetta, 8 bis/ ter · 60035 Jesi (An) · Italia · tel 0731 60.142 · fax 0731 60.069
C.F. | P.I. e Reg. Imp. AN 02158380424 · Cap. Soc. i.v. € 2.060.742,00

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.